Tether, come funziona la criptovaluta legata al dollaro



Come funziona e in che cosa consiste la criptovaluta Tether legata al dollaro americano? All’interno del mercato virtuale delle criptovalute si contano odiernamente circa 1.500 monete digitali tra le più conosciute in riferimento al loro andamento.



La criptovaluta Tether spicca all’interno del mercato finanziario degli investimenti odierni grazie al suo andamento ad “encefalogramma” definibile quasi piatto, rimanendo stabile all’interno dell’arco degli ultimi dodici mesi presentando un minimo isolato di 0,92 dollari e un picco massimo di 1,06, attorno alla soglia di un dollaro.

In rapporto all’andamento delle altre criptovalute il Tether si differenzia per la sua caratteristica “stablecoin”, progettata allo scopo di non fluttuare di valore, interconnessa strettamente all’interno del rapporto di uno- a uno con il dollaro americano.

Al di sotto delle caratteristiche principali della criptovaluta Tether persino il più famoso Bitcoin potrebbe essere in qualche modo offuscato dalla sua presenza all’interno del mercato finanziario degli investimenti virtuali in monete.

Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di approfondire tutte le particolarità e le caratteristiche principali legate alla criptovaluta Tether, soffermandoci in particolar modo sulla maggior parte delle opinioni degli investitori e sul rapporto con il dollaro americano.

Criptovaluta Tether: tutto quello che occorre sapere

La criptovaluta Tether viene emessa sulla base specifica della copertura di ogni singola valuta all’interno della Tether Limited in riferimento ad un dollaro americano. Stando a quanto riportato dal New York Times, alla base della Tether Limited si troverebbe una società delle Isole Vergini britanniche.

Alla base della criptovaluta Tether si trova essenzialmente la stabilità con il dollaro americano, coniugando in questo modo le potenzialità del valore virtuale, proprio come un Bitcoin ma in forma decisamente più stabile in campo fluttuazioni.

Il valore della criptovaluta Tether rimane costante compreso in un’oscillazione minima dai 91 centesimi di dollaro, dato dal record negativo del 2017, al picco massimo registrato a 1,06 dollari americani. Le oscillazioni dipendono dai movimenti relativi alle domande e alle offerte del mercato stesso del Tether.

All’interno della top ten mondiale delle criptovalute il Tether risulta una delle monete virtuali maggiormente stabili presenti sul mercato, comprendendo un valore odierno fissato intorno ai 99 centesimi di dollaro.

La criptovaluta Tether risulta sicura e non volatile, proprio grazie alla presenza del dollaro, mentre il controvalore del Bitcoin risulta allo stesso tempo scendere. Nel corso del breve periodo si prevede inoltre un supporto del Tether anche per lo Yen.

Tutte le transazioni a livello del Tether risultano ampiamente sicure in virtù anche dellacriptovaluta decentralizzata, escludendo costi di commissione per una maggiore velocità sulle diverse esecuzioni.

Ma come acquistare la criptovaluta Tether? Al fine di investire sulla stessa si dovranno dapprima acquistare i classici Bitcoin all’interno dei classici portali web come Coinbase, provvedendo al cambio della moneta in Tether, operazione resa possibile dai siti di scambio come Changelly.

Successivamente all’acquisto di Bitcoin e allo cambio con la valuta Tether si potrà trasferire il proprio investimento virtuale all’interno degli appositi Tether Wallet il servizio reso disponibile dalla piattaforma online della criptovaluta a seguito della registrazione utente. Al fine di promuovere qualsiasi operazione di investimento si dovranno possedere tutte le conoscenze adeguate in materia finanziaria in riferimento alle criptovalute.



Tether, come funziona la criptovaluta legata al dollaro ultima modifica: 2018-10-07T11:00:14+00:00 da Serena Baldoni