Stock index futures: funzionamento e utilità



La terminologia Stock index futures viene sfruttata all’interno del mercato finanziario in stretta correlazione tra l’indice azionario borsistico e la costruzione delle futures, ovvero i contratti standardizzati e a termine, quotati sulla base dello stesso mercato.



All’interno del mercato azionario borsistico italiano emerge il FTSE MIB, detentore di 40 società quotate tra i più alti termini di capitalizzazione, andando a rappresentare un sottostante dei contratti futures su FTSE MIB, anch’essi oggetto di scambio e quotazioni all’interno della Borsa di Milano.

Quando si parla di uno Stock index futures si intende un contratto a termine attraverso il quale l’investitore si obbliga all’acquisto di un indice in Borsa sulla previsione della scadenza prefissata, sotto una data somma di denaro. Tale scambio di verificherà solamente al momento della data indicata, mentre i relativi profitti o le eventuali perdite saranno soggette alle variazioni avvenute nel corso del periodo in precedenza al termine.

Attraverso questo nuovo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative agli Stock index futures, soffermandoci sulla modalità di utilizzo, il funzionamento e gli eventuali rischi da non sottovalutare.

Stock index futures: come funziona?

Gli Stock index futures rappresentano l’indice del valore azionario, senza prevedere per ciò un effettivo scambio di beni materiali né di azioni quotate. Al termine della scadenza indicata in sede contrattuale si verificherà un passaggio rapportato da una liquidazione in contanti.

In presenza di un valore maggiorato dell’indice al momento effettivo dell’acquisto l’investitore potrà ricevere l’erogazione della differenza direttamente dal venditore, mentre in caso contrario dovrà essere lo stesso investitore ad assicurare il capitale calcolato.

Gli Stock index futures vengono per questo quotati all’interno di una Borsa di riferimento prevedendo un sistema di garanzia e compensazione al fine di proteggere gli investitori dai rischi dell’insolvenza eventuale da parte del venditore.

Come possono essere utilizzati gli Stock index futures? Generalmente questi contratti vengono sfruttati positivamente nelle attività di speculazione e nelle funzioni di copertura. In quest’ultimo caso gli Stock index futures vengono utilizzati in correlazione alla gestione del portafoglio azionario, a fine di protezione contro i ribassi e nel corso della promozione della vendita nell’indice di Borsa relativo.

Tale copertura sul portafoglio azionario può essere attivata anche in modalità temporanea, sotto un eventuale riacquisto dei futures volendo provvedere ad un rialzo, generando in questo modo costi relativi nettamente inferiori.

Come strumenti speculativi invece gli Stock index futures consentono il controllo di controvalori cospicui investendo una piccola somma di denaro al fine di potersi muovere all’interno del trading speculativo azionario. Questa opzione assicura profitti piuttosto alti, mettendo allo stesso tempo a rischio anche  perdite elevate.

Gli indici di Borsa costituiscono a tutti gli effetti lo svolgimento di una funzione economica per la quale ogni investitore dovrà risultare a conoscenza di basi approfondite prima di spingersi all’interno di un mercato finanziario correlato da una percentuale di rischi.

Le scadenze previste all’interno dell’arco temporale di dodici mesi si identificano in quattro step in rapporto alle mensilità di marzo, giugno, settembre e dicembre, coincidendo con l’ultimo giorno di contrattazione di ciascun periodo con il terzo venerdì solare.



Stock index futures: funzionamento e utilità ultima modifica: 2018-07-24T11:00:25+00:00 da Serena Baldoni