Prestiti Cambializzati: dove richiederli e fare un preventivo

Prestiti Cambializzati: dove richiederli e fare un preventivo



Al giorno d’oggi si può scegliere tra numerose forme di finanziamento, tra cui i prestiti cambializzati, tramite i quali le banche si impegnano a prestare del denaro liquido ed il richiedente dovrà rimborsare la somma richiesta tramite delle cambiali. Un prestito cambializzato è un finanziamento personale, che consente di accedere al credito dopo aver sottoscritto delle cambiali, che fungono da garanzia. Esistono diverse società finanziarie, specializzate proprio nella concessione di prestiti con cambiali.



Questi prestiti sono indicati a coloro che non sono riusciti ad ottenere un classico prestito e coloro che hanno avuto dei protesti. La richiesta di finanziamento può essere fatta presso una banca o via internet, ma in generale on line vi sono soluzioni più convenienti. Il prestito con cambiale può essere richiesto dai lavoratori autonomi, disoccupati, privati, stranieri, protestati, pignorati e pensionati.

 

Come richiedere i prestiti cambializzati

Per poter richiedere un prestito cambializzato occorre:

  • Essere un lavoratore dipendente a tempo indeterminato, determinato o liberi professionista
  • Avere un reddito stabile o beni pignorabili
  • I disoccupati, che non hanno un reddito dimostrabile, possono richiedere un prestito se proprietari di un immobile o con la firma di un garante
  • Il richiedente deve avere tra 18 e 70 anni d’età.

Tali finanziamenti si caratterizzano per avere un tasso d’interesse e rate fisse. Il prestito cambializzato ha un tasso d’interesse fisso annuo massimo applicabile del 16%. Al tasso fisso occorre aggiungere le spese per l’acquisto delle cambiali, gli oneri assicurativi, le spese di registrazione dei contratti, quelle relative all’istruttoria e le spese per le commissioni di mediazione.

I prestiti con cambiali vengono concessi per importi fino a 60000 euro, hanno una durata che varia dai 6 ai 120 mesi, prevedono la consegna della somma di denaro prestata a domicilio, on line e in banca in tutto il Paese, hanno generalmente una scadenza mensile e non richiedono garanti. A tal proposito, va detto che essendo la cambiale un titolo esecutivo, usato per dilazionare il pagamento di una determinata somma di denaro, in presenza di insolvenza l’istituto di credito che concede il finanziamento può usarla per effettuare il pignoramento dei beni del soggetto beneficiario.

Dopo aver ottenuto il prestito, il debitore dovrà pagare mensilmente l’importo della cambiale, ottenendo indietro la sua cambiale firmata. Il pagamento della cambiale può essere effettuato presso una banca qualsiasi, non necessariamente in quella dove si è fatta la richiesta di prestito.

 

Vantaggi e Svantaggi dei Prestiti Cambializzati

Tra gli aspetti positivi del prestito cambializzato vi è innanzitutto la concessione del denaro pure ai cosiddetti cattivi pagatori con la condizione che siano dei lavoratori dipendenti. In secondo luogo va detto che l’operazione non viene archiviata nella banca dati, presenta rate molto basse ed il finanziamento viene concesso pure ai cittadini extracomunitari, ma solo se sono lavoratori in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Infine questa forma di finanziamento agevolato, molto semplice da ottenere, è compatibile con altri eventuali finanziamenti, si può estinguere anticipatamente il debito senza il pagamento di penali e non vi è nessuna richiesta di garante eccetto per prestiti elevati. L’ unico svantaggio di questo tipo di finanziamento risiede nel fatto che se non si riesce a pagare la cambiale entro le date stabilite, si rischia di finire inseriti nel registro dei protestati.