Prestiti Cambializzati Cattivi Pagatori

Prestiti Cambializzati Cattivi Pagatori



I cattivi pagatori così come i soggetti protestati possono fare richiesta per ottenere un prestito con cambiale. Innanzitutto va detto che con l’espressione di cattivo pagatore, s’intende una persona che in passato non è riuscito a rimborsare una o più rate di un prestito entro la data prestabilita, per cui è stato segnalato in qualità di cattivo pagatore presso le banche dati delle Centrali Rischi.



Si rischia di diventare un cattivo pagatore non solo per il mancato pagamento di una o più cambiali, ma anche se si emette un assegno non coperto o in seguito al sequestro di beni.

Il cattivo pagatore inserito nel Registro dei Cattivi pagatori, può richiedere di essere cancellato dopo aver inviato al Presidente della Camera di Commercio una domanda che certifichi il saldo dei debiti insoluti. Una delle conseguenze dell’essere inseriti nel registro dei cattivi pagatori consiste negli ostacoli che si incontrano nell’ottenere un finanziamento, dato che le banche verificano tali elenchi per sapere se il richiedente del prestito ha avuto problemi con i pagamenti in passato. Nei giorni d’oggi, dato che le banche concedono sempre meno prestiti, quindi per i cattivi pagatori sprovvisti di ottime garanzie, è diventato sempre più difficile ricevere un prestito.

Il cattivo pagatore agli occhi dell’istituto di credito non è affidabile, perchè potrebbe nuovamente non rispettare i pagamenti, ed è per questa ragione che diverse banche non elargiscono alcun finanziamento. Coloro che risultano essere dei cattivi pagatori, perchè in passato non sono riusciti a pagare i loro debiti, hanno pure la possibilità di ricevere un prestito grazie alla cessione del quinto dello stipendio.

Grazie a tale forma di finanziamento, che comporta la restituzione del debito nella misura di un quinto della retribuzione mensile, si può ottenere in tempi brevi un prestito. Questa tipologia di credito è aperta sia ai lavoratori dipendenti, che ai parasubordinati e pensionati, in quanto categorie che hanno delle entrate fisse che garantiscono il rimborso del prestito. La banca con la cessione del quinto ha la sicurezza di riavere il proprio denaro perchè sia il datore di lavoro che l’Inps, in caso di mancato pagamento hanno l’obbligo di versare al creditore le somme richieste dal debitore.

Se il cattivo pagatore decide di ricorrere al prestito cambializzato, occorre solo far richiesta di credito ad un ente di finanziamento ed una volta decisa la somma da erogare, verranno elaborate delle cambiali per il rimborso della somma con tasso fisso d’interesse. Si tratta di un tipo di prestito non legato all’acquisto di un servizio o di un bene specifico, e viene più facilmente concesso al cattivo pagatore che possiede degli immobili.

Per quanto riguarda il tasso di interesse del prestito con cambiali per protestati e cattivi pagatori, va detto che in genere è molto più elevato rispetto ai prestiti convenzionali. In virtù di ciò, occorre sempre verificare che il tasso d’interesse del prestito o finanziamento sia in linea con la normativa vigente. Per verificare il tasso d’interesse più conveniente o trovare particolari promozioni, basta semplicemente fare una comparazione on line tra le varie banche.