Over-the-counter (OTC), cos’è? Rischi, tipologie e funzionamento



Che cosa si intende con il temine Over-the-counter (OTC)? A differenza dei mercati finanziari ufficiali tramite tale terminologia si indica un’alternativa specifica di funzionalità senza il rispetto di norme a regolamentazione del mercato stesso.



All’interno del mercato Over-the-counter (OTC) le trattative vengono quindi eseguite e svolte all’esterno dei mercati borsistici ufficiali, contemplando al loro interno diverse tipologie, caratteristiche e funzionamenti.

Attraverso questo nuovo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le particolarità legate al mercato Over-the-counter (OTC), soffermandoci su tutti gli aspetti fondamentali legati all’assenza di norme ufficiali e funzionalità specifiche.

Over-the-counter (OTC): che cosa significa e funzionamento

Abbiamo già precisato come il mercato Over-the-counter (OTC) non si riferisca alle comuni regolamentazioni presenti all’interno dei mercati finanziari borsistici, seguendo per ciò regole e principi differenti. In questo caso tutte le contrattazioni e le conversazioni avvengono in maniera non ufficiale.

Il termine stesso relativo agli Over-the-counter (OTC) si riferisce espressamente al bancone del bar dove i diversi operatori finanziari erano soliti recarsi al termine della giornata, in relazione alla chiusura dei mercati ufficiali di Wall Street, continuando le proprie trattative in modo ufficioso.

Allo stesso tempo i mercati Over-the-counter (OTC) non devono essere paragonati o confusi alle contrattazioni finanziarie private, denominati in questo caso Sistemi di Scambio Organizzati.

Tutti i processi relativi ai mercati Over-the-counter (OTC) non si basano quindi sull’ufficiosità delle regole standard per i mercati borsistici, andando ad attuare una forma di contrattazione atipica.

Le diverse contrattazioni all’interno dei mercati Over-the-counter (OTC) avvengono solitamente per via telematica o telefonica, attraverso una rete di conversazioni informali relative alla domanda e all’offerta, comportando una variabilità continua del valore legato all’andamento della Borsa internazionale.

Le diverse contrattazioni avvengono tramite il cosiddetto sistema Alternative Trading System, dove l’operatore metterà a disposizione diverse quotazioni relative ai titoli posseduti servendosi di un portale telematico. Il resto degli utenti potrà quindi visionare le quotazioni presenti provvedendo alle diverse forme di contrattazione.

Lo scambio dei contratti all’interno delle operazioni del mercato Over-the-counter (OTC) avviene in modo fisico attraverso la consegna del contratto stesso.Ma quali sono gli esempi principali relativi ai mercati Over-the-counter (OTC)?

Over-the-counter (OTC): esempi principali legati ai mercati

Tra le forme di contrattazione OTC più comuni si trovano i Contratti per differenza (CFD) e il Forex. Sulla base dei Contratti per differenza (CFD) si scambieranno operazioni sulla base di un investimento non posseduto realmente, ad esempio le azioni e le materie prime.

Attraverso il Forex invece si provvederà allo scambio di valute, lucrando direttamente sulle oscillazioni dei tassi monetari. Il mercato OTC ha inoltre visto la formazione anche dei mercati successivi tc Bulletin Road e Pink Sheet, prevedenti sistemi di contrattazione telematica in riferimento alle società in attesa di rientrare all’interno del  registro della borsa elettronica Nasdaq.

Tale assenza di regolamentazioni ufficiali all’interno dei mercati Over-the-counter (OTC) comporta tuttavia una serie di rischi.

Over-the-counter (OTC): i rischi

I mercati Over-the-counter (OTC) si discostano dalle regolamentazioni ufficiali del mercato finanziario standard, prevedendo alcuni rischi tra cui la mancata sorveglianza da parte della pubblica autorità di controllo.



Over-the-counter (OTC), cos’è? Rischi, tipologie e funzionamento ultima modifica: 2018-08-09T11:00:32+00:00 da Serena Baldoni