Opzioni: cosa sono? Finalità e tipologie



Che cosa si intende con il termine finanziario Opzioni? L’option, ovvero Opzione, consente al compratore di vendere o acquistare un bene oppure uno strumento specifico finanziario predeterminato attraverso una mirata contrattazione.



All’interno dei contratti Opzione verrà inoltre stabilita una data di scadenza e un premio, sotto forma di prezzo, da versare al venditore. Le Opzioni vengono inoltre suddivise in due categorie: “call” per definire le option in acquisto e “put” per definire quelle poste in vendita all’interno delle contrattazioni finanziarie.

Attraverso questo nuovo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative alle Opzioni, soffermandoci in particolar modo sulle finalità e sulle differenti tipologie di contrattazioni esistenti.

Opzioni finanziarie: le finalità specifiche

Le Opzioni, come accennato nelle righe precedenti, rappresentano una forma specifica di contrattazione finanziaria all’interno di un sistema di compra-vendita definito call o put. All’interno dello scenario borsistico gli investitori che si ritrovano a scommettere su di un titolo si ritrovano di conseguenza a compiere azioni di speculazione, mentre l’Opzione si presenta di conseguenza come un investimento a prima vista particolarmente rischioso.

Nonostante una visione del rischio le Opzioni si dimostrano un investimento a copertura nel medio e lungo periodo, attivandosi come una sorta di copertura finanziaria, mentre nel corso del breve periodo si presentano come un’azione prevedibile in relazione alla possibilità di visualizzazione e monitoraggio dei movimenti sul mercato senza rigide restrizioni.

Nell’eventualità di una previsione al ribasso si potrà vendere o acquistare un’Opzione, rappresentando una duplice funzionalità di manovra per gli stessi investitori, pur tenendo conto delle rischiosità ad alto tasso presenti all’interno di queste contrattazioni finanziarie.

L’investitore potrà decidere di acquistare un’Opzione ad un prezzo determinato, investendo una somma al fine dell’acquisto, valutando i successivi movimenti azionari al fine di porre in vendita l’Opzione ad un prezzo in conseguenza maggiore o minore rispetto al valore iniziale.

Opzioni finanziarie: tutte le diverse tipologie

Quali tipologie si snodano all’interno delle Opzioni finanziarie? All’interno di queste contrattazioni emergono diverse tipologie, prime delle quali quelle a carattere geografico. Le Opzioni finanziarie europee prevedono inoltre il diritto dell’esercizio solamente al termine della scadenza contrattuale stessa.

Nella tipologia delle Opzioni americane invece l’investitore detiene il diritto di manovra anche in precedenza allo scadere del temine contrattuale. Tra le varie Opzioni si trovano anche quelle definite “esotiche” stabilendo specifiche clausole al fine di rendere maggiormente complessi i contratti, mostrandosi allo stesso tempo più convenienti dal punto di vista dell’investitore stesso.

Generalmente vengono valutate le variazioni di valore dei titoli e i confini sin dove risulta valida un’Opzione finanziaria. Altra tipologia di Opzione risulta essere quella binaria sotto un esito prestabilito del tutto esatto oppure inesatto, determinando i profitti al momento della sottoscrizione della forma contrattuale.

Le messe in pratica e le relative teorie all’interno delle Opzioni finanziarie risultano particolarmente ampie, spesso oggetto di numerose critiche e nuove fonti di ricerca. Al fine di spingersi all’interno di una forma di investimento data dalle Opzioni si renderà necessario possedere tutte le competenze economiche finanziarie necessarie alla valutazione dei rischi posti sul proprio capitale di investimento.



Opzioni: cosa sono? Finalità e tipologie ultima modifica: 2018-08-12T11:00:35+00:00 da Serena Baldoni