Monete Antiche Romane e Greche: Valore e Quotazione

Monete Antiche Romane e Greche: Valore e Quotazione



Quali sono le Monete Antiche Romane e Greche a maggior valore e quotazione sul mercato dei preziosi odierno e perché investire in esse? Le monete antiche rientrano all’interno di un mercato a valore inestimabile in conseguenza soprattutto all’impossibilità di nuove produzioni, da sempre oggetto di studi e collezionismo.



Ad occuparsi della valutazione delle monete antiche interviene la numismatica, ovvero la branca professionale dedita alle quotazioni e al valore delle monete antiche, attraverso la ricerca e lo studio della provenienza del denaro, dell’epoca precisa e della rarità.

Generalmente le monete antiche più rare vengono sottoposte alle vendite all’asta sotto diverse battute fino a migliaia di euro tra gli investitori presenti. Investire all’interno delle Monete Antiche Romane e Greche potrebbe rivelarsi un affare particolarmente redditizio per il futuro.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche legate alle Monete Antiche Romane e Greche, soffermandoci in particolar modo sul loro valore all’interno del mercato odierno, le quotazioni, i requisiti estetici necessari in grado di innalzarne il prezzo.

Monete Antiche Romane e Greche: tutto quello che occorre sapere

Le Monete Antiche Romane e Greche possono trasformarsi in un vero e proprio investimento sotto determinate caratteristiche essenziali. In particolar modo, ad incrementare il valore in denaro delle monete antiche, risulta essere l’aspetto estetico il quale dovrà escludere la presenza di graffi e sbavature, rappresentando una vera e propria fonte di profitto particolarmente allettante al momento della vendita.

Per prima cosa, in presenza di Monete Antiche Romane e Greche, si dovrà provvedere alla loro valutazione tecnica specifica avvalendosi di figure professionali esperte parte del campo della numismatica. In presenza di una collezione di Monete Antiche Romane e Greche a valore certificato ci si potrà rivolgere alla competenza di un’asta pubblica al fine di ricavare un profitto dalla vendita totale battuta al miglior investitore offerente.

Nel caso dell’asta pubblica il valore legato alla commissione di intermediazione si aggirerà intorno al 30-35%, motivo per il quale tale opzione risulta valida soprattutto in caso di una collezione di monete completa e non parziale. Ogni casa d’asta presenta inoltre tempi medio lunghi per l’erogazione del denaro, in grado di variare da 3 a 6 mesi complessivi.

A differenza delle case d’asta pubbliche ci si potrà invece rivolgere ad un numismatico professionista il quale riuscirà a piazzare la vendita delle monete antiche sotto tempistiche di erogazione del denaro particolarmente rapide ed immediate.

Le Monete Romane venivano forgiate in prevalenza sotto materiali quali oro, rame e argento, sotto l’influenza del peso complessivo delle stesse, considerate piuttosto rare all’interno del mondo del collezionismo e degli investimenti. Il valore economico varia a seconda dell’epoca, in grado di arrivare anche a 600 euro per una singola moneta.

Le Monete Greche venivano forgiate tramite rappresentazioni mitologiche quali  Atena, Afrodite, Zeus o Apollo, mentre la moneta più rara, tetradramma ateniese, può raggiungere un valore economico di 500 euro sotto ottime condizioni estetiche in assenza di graffi e sbavature.

Investire nel campo delle Monete Antiche Romane e Greche, sotto un’attenta valutazione e certificazione numismatica, risulta ad oggi uno degli investimenti a maggior profitto presente sul mercato.