Hedge Fund: cosa sono? Pro e contro



Che cosa si intende con la terminologia finanziaria Hedge Fund? Provvedendo alla traduzione in lingua italiana il termine assume il significato di “fondo speculativo”, maggiormente noto nelle origini anglosassoni in Hedge Fund.



Gli Hedge Fund speculativi si distinguono dal resto delle operazioni finanziarie in relazione all’alto tasso di rischiosità, per l’emancipazione a livello della maggior parte delle norme di regolamentazione dei fondi comuni, per le strategie interne di investimento, per il guadagno assoluto indipendente dalle oscillazioni del rialzo o del ribasso del mercato, conosciute sotto la terminologia del benchmark finanziario.

Ma che cosa contemplano al loro interno i fondi speculativi Hedge Fund? Attraverso questo nuovo articolo mirato ci occuperemo di fornire tutte le spiegazioni necessarie alla comprensione di tali fondi comuni di investimento, soffermandoci sulla rischiosità e sui vantaggi ottenibili dagli stessi.

Hedge Funde: di che cosa si tratta nello specifico

Gli Hedge Funde, come abbiamo già anticipato nelle righe precedenti, si caratterizzano all’interno dei fondi speculativi finanziari ad alto rischio, discostandosi tuttavia dai sistemi di regolamentazione del resto dei fondi tradizionali, consentono manovre più creditizie per i profitti.

La realtà degli Hedge Funde racchiude una rete particolarmente complessa, per la quale si dovranno necessariamente possedere conoscenze finanziarie del mercato approfondite. I fondi speculativi appartenenti a tale genere si dimostrano elevati nei confronti dell’ammontare del capitale investito, presentando un numero ristretto di sottoscriventi, rimossi sul territorio italiano, un alto grado di rischio, la diversità delle operazioni rese possibili al loro interno.

Le normative degli Hedge Funde si dimostrano meno vincolanti rispetto al resto dei fondi comuni di investimento, rappresentando un’usanza tipicamente statunitense, in minor forma vincolante rispetto alle normative OICR (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio), al di là del ribasso e del rialzo dei valori sul mercato.

I gestori degli Hedge Funde assumono inoltre anche il ruolo di investitori, quindi renumerati sulla base dei risultati ottenuti, a seconda del grado di abilità individuale. Ma quali sono gli strumenti maggiormente utilizzati all’interno degli Hedge Funde?

Hedge Funde: tutti gli strumenti maggiormente utilizzati

All’interno degli Hedge Funde si suddividono numerosi strumenti finanziari tra cui i Long/Short Equity, una calibrazione di investimenti improntata sulla compravendita di titoli sottovalutati, prevedendo un rialzo per il futuro, oppure un ribasso nel corso del breve periodo.

Gli Event Driven consistono in vere e proprie strategie predittive di eventi specifici quali fusioni, fallimenti, ricapitalizzazioni, ecc, in relazione alle conseguenze delle società coinvolte all’interno degli Hedge Funde.

I Global Macro, basati su di un’analisi microeconomica in grado di influenzare l’economia di moltissime nazioni, prevedendo i trend del mercato finanziario nel breve periodo, tramite operazioni quali la leva finanziaria, per un indebitamento sino a 1000 volte i patrimonio originario, per il quale si classificano come estremamente rischiosi.

I Managed Future si presentano invece a minor influenza da parte dei gestori, operante soprattutto all’interno delle option e delle future, per una maggiore liquidità offerta agli investitori.

Gli Hedge Funde presentano ampi profitti per gli investitori, ma allo stesso tempo si dimostrano particolarmente rischiosi a livello finanziario, prevedendo tuttavia anche un rimborso anticipato del capitale.



Hedge Fund: cosa sono? Pro e contro ultima modifica: 2018-08-13T11:00:10+00:00 da Serena Baldoni