Come trasferire un conto corrente postale



Quali procedure seguire per il trasferimento di un conto corrente postale? In alternativa al classico conto corrente bancario sono sempre di più i soggetti che preferiscono avvalersi dei servizi postali per sottoscrivere l’apertura di un conto dove poter integrare i propri guadagni.



A causa della relativa concorrenza tra i vari istituti di credito si dimostrano essere diverse le offerte e gli optional riferiti ai conti correnti al fine di trarre maggiore clientela verso le proprie sedi. Dal momento in cui un servizio bancario non si dimostra sufficientemente in grado di esaudire le proprie esigenze si potrà quindi provvedere al trasferimento del proprio denaro all’interno di un servizio come quello offerto da Poste Italiane o da una banca alternativa.

Ma come fare per trasferire un conto corrente postale? Attraverso questo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche e i passaggi burocratici da seguire per completare e richiedere il trasferimento di un conto corrente postale, soffermandoci in particolar modo sulle relative documentazioni necessarie.

Come Trasferire un Conto Corrente Postale: tutto quello che occorre sapere

Per motivi di costi gestionali o personalizzazioni vantaggiose sulle proprie finanze si potrà decidere di optare per il trasferimento del proprio conto corrente verso un istituto bancario diverso, un’operazione eseguibili in qualsiasi momento sottostando all’iter burocratico previsto.

Il trasferimento di un conto corrente postale potrà avvenire a seguito della chiusura del conto precedente, provvedendo all’apertura di un nuovo servizio presso un differente istituto bancario. Il diritto di provvedere al cambio dell’istituto bancario è stato semplificato e reso possibile dal precedente Decreto Bersani, escludendo i relativi costi di chiusura e la penale, nonché clausole contrattuali a divieto dell’operazione.

Optando per un trasferimento del proprio conto corrente postale presso un nuovo istituto bancario lo stesso potrebbe integrare un servizio denominato “trasferimento c/c” attraverso il quale presentare tutta la documentazione e le informazioni relative al precedente conto corrente estinto compreso il codice IBAN, le carte di credito e i libretti degli assegni.

Il nuovo istituto di credito scelto provvederà alla chiusura del precedente conto corrente, occupando del trasferimento dei Rapporti Interbancari Diretti (RID), degli eventuali prestiti o mutui ancora attivi, compreso l’annullamento delle precedenti carte di credito e libretti degli assegni.

Nel caso in cui sia lo stesso cliente ad optare per un trasferimento del conto si dovranno seguire le procedure per il trasferimento dei Rapporti Interbancari Diretti (RID), utenze ed F24, tramite la richiesta di un nuovo modulo presso l’istituto bancario scelto dove si intende trasferire il proprio conto.

Successivamente alla corretta compilazione e invio dello stesso modulo si potrà a tutti gli effetti provvedere alla chiusura definitiva del precedente conto corrente. Il saldo del conto corrente precedente dovrà tuttavia presentare un positivo pari ad almeno 75 euro, con i quali provvedere alle spese maturate.

Insieme alla chiusura definitiva sarà successivamente inviato un documento informativo con l’eventuale eccedenza sotto forma di assegno circolare da depositare presso il nuovo istituto bancario. Il conto corrente potrà essere chiuso anche recandosi fisicamente presso la sede bancaria con tutti i documenti necessari alla mano, rivolgendosi in questo caso al personale addetto.



Come trasferire un conto corrente postale ultima modifica: 2018-09-16T11:00:32+00:00 da Serena Baldoni