Come Investire in Posta con Libretti Postali e Buoni Fruttiferi



Abbiamo più volte parlato del gruppo Poste Italiane e dei suoi diversi tipi di finanziamento. Ma i prodotti gestiti dalle poste non sono esclusivamente finanziari, è possibile anche effettuare degli investimenti, seguite questo articolo e scoprirete come investire in Posta.



Fino ad alcuni anni fa chi desiderava investire nelle Poste Italiane poteva acquistare dei buoni fruttiferi o utilizzare i libretti al portatore. Oggi, con lo svilupparsi dell’economia e della finanza anche i servizi postali sono aumentati ed alcuni investimenti consentono di ottenere dei profitti anche consistenti.

Grazie al gruppo Poste Italiane quindi, al momento è possibile investire in diversi settori ed in diversi modi. Tra le possibilità vi sono, attualmente, il trading online che viene integrato con il BPOL e BancoPostaClick, i Certificates cioè degli investimenti a breve termine, le obbligazioni per investire i risparmi nel medio periodo, le offerte pubbliche che riguardano la vendita l’aquisto e la sottoscrizione, i prodotti finanziario assicurativi, i prodotti assicurativi multiramo, i fondi comuni d’investimento, i fondi immobiliari e Postevita. Al momento, tra le offerte e le promozioni sono presenti TOLnews che ti permette di ricevere gratuitamente gli aggiornamenti sull’andamento del mercato finanziario e Bonus Cap su azione Intesa Sanpaolo.

 

Come investire in posta con i libretti postali

Se la scelta dell’investimento alle poste cade sui libretti postali è necessario farne prima una classificazione. Esistono libretti al portatore, nominativi e quello per i minori.

Nel libretto al portatore vi è la particolarità che solo colui che risulta essere il titolare del libretto può effettuare delle operazioni.

Se si utilizza quello nominativo invece sarà possibile inserire una lista di massimo quattro persone, entrambe potranno effettuare operazioni sul libretto.

Il libretto al minore è un prodotto postale creato appositamente per i minorenni. Il minore di anni 18 ne sarà l’unico titolare ma non potrà utilizzarlo sino alla maggiore età. Si tratta di un buon investimento se viene fatto nei confronti di un bambino che una volta diventato maggiorenne potrà godere dei risparmi maggiorati degli interessi che matureranno nel tempo.

Vantaggi dell’investimento: a differenza dei conti correnti non vi sono dei costi di gestione.

Svantaggi: gli interessi maturati sono tassati e si dovrà pagare l’imposta di bollo.

 

Come investire in Posta con i buoni fruttiferi

I Buoni Fruttiferi sono dei titoli che vengono essi dalla Cassa Depositi e Prestiti. Sono garantiti dallo Stato Italiano e vengono gestiti esclusivamente dal gruppo Poste Italiane. Si tratta di un investimento sicuro che comporta sempre la restituzione, alla scadenza, del capitale che il risparmiatore ha deciso di investire maggiorato degli interessi che sono maturati nel tempo.

Vantaggi: possono essere sottoscritti e rimborsati in qualsiasi ufficio postale, non ci sono spese nè commissioni da sostenere.

Svantaggi: si dovranno sostenere delle spese fiscali.



Come Investire in Posta con Libretti Postali e Buoni Fruttiferi ultima modifica: 2018-08-03T14:29:59+00:00 da redazione