Come bloccare un pagamento con carta di credito



La carta di credito consiste in uno strumento elettronico tracciabile e sicuro, una delle alternative più classiche al denaro contante, grazie alla quale effettuare pagamenti sia all’intero dei negozi fisici tramite POS, sia tramite web per gli acquisti online.



A caratterizzare la carta di credito un dispositivo per il riconoscimento dei dati identificativi del titolare, nonché dell’istituto di credito, tramite l’impiego di un chip o banda magnetica. Odiernamente la carta di credito risulta uno dei metodi maggiormente utilizzati ai fini delle transazioni elettroniche, una strumentazione sulla quale si continua a puntare nell’ipotesi futura di un’eliminazione del denaro contante.

In caso di smarrimento della carta di credito tuttavia ci si potrebbe ritrovare vittime di pagamenti non autorizzati i quali potrebbero compromettere il saldo presente all’interno della stessa.

Che cosa fare in questo caso specifico? Nell’eventualità dello smarrimento della carta di credito si potrà optare per diverse opzioni tra cui l’interruzione di un pagamento in sospeso, invertendo una transazione già applicata tramite il blocco del pagamento stesso.

Attraverso questo articolo ci occuperemo di approfondire tutti gli aspetti legali allo smarrimento della propria carta di credito e alle successive operazioni da compiere al fine di poter procedere al blocco delle transazioni, soffermandoci in particolar modo sulle linee guida e le procedure da seguire in questo caso.

Bloccare un pagamento tramite Carta di Credito: tutto quello che occorre sapere

In caso di smarrimento della carta di credito, al fine di bloccare eventuali malintenzionati e pagamenti non autorizzati dal titolare, si potrà procedere al blocco della stessa individuando innanzitutto l’azienda specifica erogatrice del servizio.

L’azienda potrà essere contattata attraverso il sito web ufficiale oppure il numero telefonico messo a disposizione della clientela. Al fine di procedere al blocco della carta di credito si dovranno fornire tutti i dati a carico del titolare e della tessera, identificandone la proprietà.

Tale operazione potrà essere eseguito sul sito web ufficiale dell’azienda compilando tutti i dati richiesti all’interno del modulo specifico. Dallo stesso sito sarà possibile procedere anche all’annullamento di un pagamento ricercando la voce idonea. In alternativa sarà possibile rivolgersi all’assistenza telefonica, seguendo attentamente le indicazioni dell’operatore al quale fornire tutti i dati del caso.

Al fine tenere sempre sotto controllo la propria carta di credito, intervenendo tempestivamente in caso di smarrimento, il consiglio migliore rimane quello di accedere con regolarità al saldo e alla propria lista movimenti, controllando la posizione fisica della carta stessa.

Il saldo e la lista movimenti potranno essere visualizzati sia attraverso il portale web, accedendo al servizio in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento tramite la sola connessione ad internet, sia attraverso gli sportelli bancari del proprio istituto di rilascio del servizio.

All’interno del contratto di sottoscrizione della carta di credito si troverà inoltre uno specifico numero verde al quale rivolgersi in caso di furto o smarrimento, provvedendo al blocco immediato della carta.

La prevenzione in questo caso, tramite il controllo periodo della presenza della tessera, il saldo e la lista movimenti, rimane il metodo più affidabile in assoluto al fine di intervenire prontamente in caso di necessità.



Come bloccare un pagamento con carta di credito ultima modifica: 2018-09-05T11:00:09+00:00 da Serena Baldoni