Come aprire un libretto postale



Come provvedere all’apertura di un Libretto Postale? Il libretto di risparmio postale consiste in un servizio messo a disposizione da Poste Italiane per la propria clientela, sottoscrivibile presso una delle filiali fisiche presenti sul territorio.



Il Libretto Postale presenta inoltre maggiori garanzie rispetto ai servizi offerti dai normali istituti bancari, evidenziando la figura di garante principale quale lo Stato italiano. Optando per tale modalità di risparmio si andranno ad azzerare tutti i vincoli sul denaro in deposito, sotto la possibilità di poter procedere ad un rimborso in qualsiasi momento.

Avvicinandosi per la prima volta all’idea di sottoscrivere l’apertura di un Libretto Postale si dimostrano essere diverse le domande alle quali dare giusta risposta a partire dalla somma minima di deposito, ai costi di gestione dei servizi, alla documentazione da presentare, ai requisiti personali, ecc.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche tecniche relative al Libretto Postale, soffermandoci in particolar modo sulle procedure burocratiche da seguire e le funzionalità principali dello stesso.

Libretto Postale: Iter Burocratico da seguire per la sua apertura

Decidendo di sottoscrivere l’apertura di un Libretto Postale di risparmio si dovrà seguire un iter burocratico specifico, presentando una serie di documenti personali tra cui la carta di identità del sottoscrivente a validità in corso, il codice fiscale, un badget economico iniziale.

Il Libretto Postale non comporta l’apertura precedente di un conto corrente standard, mentre il sottoscrivente dovrà presentare tra i requisiti la maggiore età. Ci si dovrà quindi recare presso una delle filiali fisiche presentando i documenti validi sopra citati, provvedendo alla compilazione dei documenti in ogni loro parte.

I minorenni potranno avviare l’apertura di un Libretto Postale di risparmio tramite la figura dei propri genitori o di chi ne esercita le veci, risultando cointestatario del libretto sino al momento del compimento della maggiore età.

Alla soglia dei 18 anni il sottoscrivente e i cointestatari potranno a loro volta depositare e prelevare somme di denaro presso qualsiasi filiale fisica di Poste Italiane. Queste operazioni risultano prive di costi di gestione, escludendo l’imposta di bollo.

Al fine di arginare le code in filiale potrà inoltre essere richiesta la sottoscrizione ad una carta BancoPosta, replicando le stesse funzionalità di una carta di credito, prelevando il denaro presso ogni sportello Postamat. Insieme alla carta BancoPosta si otterrà anche un codice random tramite il quale scegliere di eseguire acquisti online.

Libretto Postale: quanto Depositare?

Quale badget depositare all’interno del Libretto Postale? Innanzitutto occorre tenere a mente che gli interessi sulla somma di denaro depositata al momento dell’apertura del Libretto Postale inizieranno a maturare a partire dallo stesso giorno corrente.

Decidendo di aprire un Libretto Postale di risparmio sarà sufficiente porre in deposito una somma contenuta, mentre mensilmente si potrà ripetere l’operazione tramite soglie a piacimento, ma senza alcun obbligo sui versamenti.

Le commissioni si azzerano anche in caso di chiusura del Libretto Postale, presentando i relativi documenti richiesti presso la filiale postale, chiudendo il proprio conto nel giro di poche ore, per un massimo di pochi giorni, senza alcuna penale.



Come aprire un libretto postale ultima modifica: 2018-09-02T11:00:40+00:00 da Serena Baldoni