Codice Tributo 4001, cos’è e a cosa si riferisce



A cosa si riferisce nello specifico il Codice Tributo 4001? Come per il resto delle stringhe numeriche anche il Codice Tributo 4001 rientra all’interno delle sigle utilizzabili in presenza della compilazione del Modello F24 dai contraenti.



I Codici Tributo integrano al loro interno un’esatta collocazione in riferimento alla diverse imposte da erogare nei confronti del Fisco italiano previste dalla legge. La compilazione del Modello F24 dovrà riportare la specifica collocazione dei codici all’interno delle voci da sottoscrivere tramite modalità autonoma, oppure l’aiuto di un commercialista.

La compilazione errata dei Codici Tributo rischia di comportare un sistema di sanzioni a livello amministrativo, sotto conseguente crescita del valore degli interessi, per le quali si rivela fondamentale conoscere attentamente ogni singola stringa numerica.

Tuttavia, anche in caso di un errore di compilazione, si potrà provvedere alla presentazione di una rettifica da inviare direttamente all’Agenzia delle Entrate entro i termini previsti al fine di evitare l’accumulo degli interessi sulle sanzioni previste.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative al Codice Tributo 4001, soffermandoci in particolar modo sulla sua esatta collocazione all’interno del Modello F24 e il riferimento d’imposta.

Codice Tributo 4001: tutto quello che occorre sapere

Il Codice Tributo dovrà essere riportato all’interno delle varie imposte da erogare nei confronti del Fisco sotto compilazione del Modello F24, dimostrandosi particolarmente importante, riferendosi al saldo Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, suddivisa in un carattere progressivo a determinazione dell’importo che dovrà essere versato dal contraente.

L’imposta specifica Irpef si basa inoltre su un sistema di aliquote, nonché scaglioni, in crescendo dividendosi in due versamenti tramite acconto e tramite saldo a scadenza annua ogni giugno al giorno 30. L’imposta Irpef regolamentata dal Codice Tributo 4001 si riferisce quindi sia al pagamento a credito che al pagamento a debito.

Ma quali sono le categorie di contraenti che dovranno servirsi del Codice Tributo 4001 ai fini della compilazione del Modello F24? La stringa numerica del Codice in questione dovrà essere utilizzata dai contraenti pensionati, dipendenti e co. co. co; dai lavoratori autonomi e occasionali; liberi professionisti sotto la regolare apertura della Partita Iva; commercianti; imprenditori artigiani; persone fisiche in assenza della Partita Iva.

All’interno del Modello F24 si dovranno riportare inoltre anche i codici relativi all’acconto della stessa imposta tramite i codici 4033 e 4034. A regolamentazione legale del Codice Tributo 4001 si trova il DPR n. 917/1986, il Testo unico sulle imposte e sui redditi.

Come inserire in modo corretto il Codice Tributo 4001 all’interno del Modello F24? All’interno del documento si dovrà ricercare la voce “Sezione erario” riportando la stringa numerica nelle apposite colonne di inserimento.

Alla voce “rateazione/regione/prov/mese rif” si dovrà invece inserire una sezione di quattro cifre numeriche. In questo caso i primi due numeri indicheranno la rata in versamento, mentre il resto dei due numeri finali le rate complessive.

Optando per un’unica rata di versamento totale si potrà riportare il Codice “0101” mentre in presenza di più rate il Codice “0105”. All’interno della voce  “Anno di riferimento” si dovrà inserire l’anno corretto relativo al versamento dell’imposta Irpef. Il Codice Tributo 4001 dovrà essere collocato sotto la casella “Importi a debiti versati” oppure “Importi a credito versati”.



Codice Tributo 4001, cos’è e a cosa si riferisce ultima modifica: 2018-10-23T11:00:13+00:00 da Serena Baldoni