Codice Tributo 3800 come si registra e a cosa corrisponde



Che cosa integra al suo interno lo specifico Codice Tributo 3800? All’interno della compilazione del Modello F24 in direzione delle imposte da erogare al Fisco italiano, si suddividono diverse stringhe di codici numerici denominati per l’appunto Codici Tributari attraverso i quali erogare i vari pagamenti.



Il Codice Tributo 3800 viene collocato all’interno del settore per il saldo dell’imposta regionale in riferimento alle attività produttive Irap, regolata dal decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446.

L’istituzione dell’Irap, introdotta nel 1997, è andata a sostituire i Tributi sull’imposta locale sui redditi (ILOR),l’imposta comunale per l’esercizio di imprese e di arti e professioni (ICIAP), l’imposta sul patrimonio netto delle imprese, la tassa di concessione governativa per l’attribuzione del numero della partita IVA, il contributo per il servizio sanitario nazionale, il contributo per l’assicurazione obbligatoria contro la tubercolosi.

L’imposta Irap si colloca sull’applicazione direttamente sul fatturato dell’impresa, risultando particolarmente importante per il sistema del Fisco italiano in relazione soprattutto al cospicuo gettito, regolamentato dal Codice Tributario 3800 all’interno del Modello F24.

Attraverso questo nuovo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative al Codice Tributo 3800, soffermandoci in particolar modo sulle imposte integrate al suo interno, sulla corretta collocazione in presenza del Modello F24 e sulla sua registrazione.

Codice Tributo 3800: tutto quello che occorre sapere

Il Codice Tributo 3800 viene utilizzato all’interno della compilazione del Modello F24 sotto la voce delle imposte Irap, al fine di regolarizzare i dovuti versamenti al Fisco italiano delle imposte delle imprese in rapporto al fatturato.

In questo specifico caso il contraente non sarà tenuto all’obbligo legale di presentare la dichiarazione del pagamento d’imposta, in riferimento al saldo e all’acconto, richiedendo una compensazione del credito Irap sulla base dei precedenti esercizi.

Sotto la presenza di un saldo a debito si potrà quindi optare per un sistema di rateizzazioni del versamento complessivo riportando la stringa numerica del Codice Tributo 3800. All’interno del Modello F24 si dovrà riportare quindi il Codice Tributo 3800 insieme alla sigla relativa alla propria Regione, compresa la numerazione delle rateizzazioni stabilite per il versamento del saldo totale.

Il Codice Tributo 3800 potrà inoltre prevedere anche un sistema unico di pagamento attraverso un versamento unico che dovrà essere comunque riportato all’interno del Modulo F24. Al fine di provvedere ad una compilazione esaustiva del Modello F24 si dovranno riportare anche l’importo a debito, l’esercizio di riferimento dell’imposta, il saldo finale, l’eventuale importo a credito.

Gli altri Codici Tributo utili alla compilazione delle imposte sul Modello F24 risultano essere il Codice Tributo 3812 (essere utilizzato in presenza dell’erogazione della prima rata relativa all’acconto Irap); il Codice Tributo 3813 (utilizzato in presenza dell’esecuzione dell’erogazione della seconda rata Irap, oppure del saldo dell’imposta tramite un’unica soluzione).

Il Codice Tributo 3839 (utilizzato per gli oggetti di sospensione in presenza di eventi eccezionali relativi all’Irap, regolamentato dal codice dal 16 maggio 2012); il Codice Tributo 3858 (utilizzato per in presenza di un versamento da parte del contribuente mensile); il Codice Tributo 3805 (utilizzato in presenza di un pagamento dilazionato in merito agli interessi sui tributi regionali).

Online potranno inoltre essere reperiti diverse simulazioni di compilazione corretta relativa al Modello F24 e all’inserimento del Codice Tributo 3800.



Codice Tributo 3800 come si registra e a cosa corrisponde ultima modifica: 2018-10-18T11:00:02+00:00 da Serena Baldoni