Bonifico SEPA: Tempistiche, Significato e Utilizzo



Dal 2014 il bonifico SEPA ha eliminato la distinzione esistente tra i pagamenti nazionali ed esteri effettuati tramite il mezzo del bonifico, addebiti diretti sul proprio conto corrente e carte di pagamento, avviando un passaggio dal rapporto bancario diretto all’area unica per i pagamenti.



Per rapporto bancario diretto si intendono i pagamenti eseguiti tramite bonifico e Rid, mentre l’area unica per i pagamenti integra il sistema SEPA, ovvero il Single Euro Payment Area. Il bonifico SEPA è così entrato ufficialmente all’interno delle diverse transazioni al fine di poter consentire il pagamento dei beni e dei servizi con altri paesi utilizzanti lo stesso sistema finanziario.

Tale sistema di transazione bancaria, siglata in SEPA, risulta particolarmente importante a livello europeo, consentendo a tutti gli effetti uno scambio di pagamenti tra i diciannove paesi facente parte dell’UE, compresi gli Stati Membri che non hanno però aderito al sistema monetario dell’euro come valuta nazionale.

Per citare alcuni esempi basti pensare a paesi quali Belgio, Danimarca, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Bulgaria, compreso il Regno Unito in precedenza alla Brexit, Romania, Svezia, Ungheria, i quali hanno deciso di mantenere la propria valuta monetaria.

I bonifici SEPA consentono inoltre di poter eseguire transazioni anche con i paesi al di fuori dell’Unione Europea, ma risultanti comunque aderenti alla moneta dell’euro, come nel caso della Norvegia e della Svizzera.

Attraverso questo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative al sistema di transazione unica tramite bonifico SEPA, soffermandoci sugli aspetti centrali, i costi e le relative tempistiche per il trasferimento del denaro.

Bonifico SEPA: costi e tempistiche della transazione

I costi previsti dalle regolamentazioni legali nei confronti dei bonifici SEPA, nonostante alcune possibili varianti riscontrabili, si mantengono fissi e rapportati alle somme previste per i bonifici emessi sul territorio nazionale.

Secondo quanto previsto a livello delle transazioni effettuate sul territorio nazionale anche un bonifico in uscita verso un altro paese prevederà quindi una commissione pari a circa tre euro, fatta eccezione per minime variazioni previste all’interno dei diversi istituti bancari. Si potrà inviare quindi la somma di denaro necessaria senza dover ricorrere alla compilazione di più bonifici atti a non superare il limite previsto dagli istituti bancari e senza attendere ulteriori giorni.

Il sistema di transazione SEPA si discosta da vincoli particolari, mentre le tempistiche per la ricezione del pagamento risulteranno diverse a seconda del grado di urgenza riportato all’interno del bonifico stesso, nonché dalla somma totale dell’importo e dalla giornata in cui si procede alla compilazione del pagamento.

Nella maggior parte dei casi il bonifico SEPA viene ricevuto entro 24 ore dall’invio dello stesso, per un tempo massimo variabile fino a tre giorni successivi. Rispetto ai precedenti servizi di transazione estera, con costi e tempistiche maggiorati, il bonifico SEPA risulta estremamente vantaggioso.

La compilazione del bonifico SEPA dovrà integrare i propri dati personali e quelli relativi al destinatario della transazione, riportando anche il codice identificativo del conto corrente dello stesso. Tale operazione potrà essere predisposta sia attraverso la sede fisica del proprio istituto bancario, sia attraverso il portale online home banking.



Bonifico SEPA: Tempistiche, Significato e Utilizzo ultima modifica: 2018-06-28T11:00:48+00:00 da Serena Baldoni