Bitcoin Cash Opinioni e Previsioni del Valore



Quali differenze presenta la criptovaluta Bitcoin Cash rispetto alla tradizionale versione del Bitcoin? La criptovaluta tradizionale è stata immessa all’interno del mercato finanziario circa 9 anni fa, rappresentando odiernamente una delle realtà in qualità di monete virtuali più famose del panorama degli investimenti virtuali.



Nonostante il grande impatto finanziario e il boom degli investimenti sul Bitcoin la stessa criptovaluta presenta alcune imperfezioni dovute soprattutto alla scalabilità, in riferimento alla grandezza dei blocchi sulle transazioni limitate a 1 MB.

Le limitazioni sui blocchi si dimostrano in grado di allungare le tempistiche sulle transazioni, andando a limitare di conseguenza il numero delle operazioni gestibili dalla rete, contrariamente a quanto avviene per i Bitcoin Cash.

All’interno di questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche tecniche relative alla criptovaluta in versione Bitcoin Cash, soffermandoci in particolar modo sulle opinioni degli esperti e sul valore della moneta virtuale.

Criptovaluta Bitcoin Cash: tutto quello che occorre sapere

Rispetto alla tradizionale criptovalta Bitcoin la versione Bitcoin Cash presenta una grandezza superiore in riferimento al blocco, passando da 1 MB a 8 MB. Alla base del Bitcoin Cash si evidenzia la necessità di aumentare il numero delle transazioni all’interno delle elaborazioni della rete.

Uno degli obiettivi principali della criptovaluta Bitcoin Cash si propone di arrivare alla competizione con il volume di scambi in competizione con i leader del settore PayPal e Visa nel corso del prossimo futuro.

Il prodotto derivante dai Bitcoin, ossia il Bitcoin Cash, è stato ufficialmente lanciato all’interno del mercato finanziario delle transazioni virtuali nell’agosto del 2017, assumendo progressivamente un’importanza fondamentale nel corso del tempo.

La criptovaluta Bitcoin integra un limite di grandezza in riferimento ai blocchi pari ad un solo 1 MB al fine di limitare tutti gli attacchi spam o attacchi DDoS, comportando tuttavia un sovraccarico della rete, incrementando anche le tempistiche sulle transazioni.

Gli utenti investitori possono provvedere ad un incremento della velocità sulle transazioni pagando una maggiorazione di costo, motivo per il quale la comunità della criptovaluta è giunta all’elaborazione di due diverse metodologie: Bitcoin Unlimited o Segregated Witness (SegWit).

Grazie al Bitcoin Unlimited i limiti di blocco possono essere eliminati, ma tuttavia tale sistema comporta un aumento sulle transazioni per le quali gli stessi sviluppatori hanno optato per l’integrazione di un sistema denominato Segregated Witness attraverso il quale risulterebbe possibile intervenire a livello dei costi.

Nell’agosto del 2017 è stato integrato il protocollo SegWit2x al fine di portare le dimensioni dei blocchi a 2 MB, senza portare però ad un incremento immediato, arrivando all’introduzione del Bitcoin Cash, chiamato Bitcoin ABC, per un aumento dei blocchi a 8 MB.

L’unico metodo disponibile per l’aggiornamento del software della criptovaluta Bitcoin risulta odiernamente l’hard fork, mentre la versione Bitcoin Cash risulta la terza realtà di capitalizzazione presente sul mercato in riferimento alle criptovalute.

L’utilizzo del Bitcoin Cash risulta inoltre più economico rispetto al tradizionale Bitcoin, mentre gli esperti del settore hanno evidenziato la possibilità di eliminazione dalla rete dei piccoli miner in riferimento all’hard fork. Il Bitcoin Cash presenta un valore di oltre 1.300$ per una singola unità, comportando allo stesso tempo tutti i rischi legati al settore degli investimenti virtuali sulle criptovalute.



Bitcoin Cash Opinioni e Previsioni del Valore ultima modifica: 2018-10-05T11:00:44+00:00 da Serena Baldoni